Automotive

La tecnologia dei polimeri rivoluziona l’automotive.

Il futuro è già qui Si parla molto di automotive del futuro, ma in Covestro vogliamo parlare della mobilità del presente e di cosa possiamo fare oggi per rendere i veicoli migliori in fatto di sostenibilità e impatto ambientale.

A caccia di leggerezza con poliuretani e policarbonati.

Più sostenibilità con pellicole, elastomeri e coating high tech I nuovi materiali polimerici creati per l’industria automobilistica sono studiati per rispondere ai bisogni e alle richieste dell’industria e delle persone:

Minor consumo energetico

Produrre veicoli più leggeri grazie ai materiali polimerici è la soluzione più semplice per risparmiare combustibile. Ridurre il peso di soli 20 kg diminuisce dello 0,5% il consumo di carburante. I polimeri sono la risposta più efficiente ed economica per avere componenti di minor peso.

Sicurezza e benessere

I materiali polimerici rispondono meglio alle sollecitazioni meccaniche e quindi sono più sicuri. Fari in policarbonato, più modellabili e resistenti del vetro, garantiscono ampia visibilità. Gli interni in poliuretano hanno forme anatomiche che rendono l’esperienza di guida piacevole e protetta.

Sostenibilità ambientale

La ricerca Covestro punta a prodotti e processi sempre più sostenibili e con alte prestazioni. Meno energia sia in produzione che nelle successive applicazioni. Materiali più ecologici come indurenti che contengono il 70% di biomassa. Rivestimenti a basso contenuto di solventi.

La plasticità dei polimeri disegna la nuova mobilità

Nell’automotive i polimeri stanno sostituendo sempre più i materiali tradizionali come metallo e leghe. Offriamo una vasta gamma di materiali dedicati all'industria automobilistica per produrre:

  • elementi per esterni come paraurti, vetri, finiture
  • corpi in poliestere come vetri e illuminazione
  • elementi interni come poliuretani per sedili, rivestimenti, coating
  • imballaggi per batterie di veicoli elettrici (EVB).

Ricerchiamo nuovi processi innovativi e soluzioni uniche per realizzare rivestimenti e adesivi, elastomeri termoplastici, schiume, pellicole, materiali compositi.

Materiali polimerici per gli esterni dei veicoli

Sin dai primi tempi della produzione automobilistica, vetro e metallo sono stati i materiali dominanti nella progettazione degli esterni dei veicoli. Ma oggi le tecnologie innovative di Covestro offrono alternative intelligenti ai materiali convenzionali. I componenti polimerici migliorano l'efficienza, la sostenibilità e la libertà creativa nella progettazione di un veicolo. I nuovi materiali danno opportunità completamente nuove e si realizzano componenti per auto più leggeri e aerodinamici. L’industria automobilistica ricerca modelli sempre più accattivanti per i propri clienti. La duttilità del policarbonato si piega docilmente alle richieste dei designer.

Carrozzeria

Grazie a processi di produzione molto più semplici rispetto ai materiali metallici, l’industria ha incrementato la percentuale di materie plastiche nelle vetture. Attualmente circa il 15% del peso totale di una berlina è costituita da polimeri. Un valore destinato ad aumentare per la scoperta di nuovi materiali compositi che migliorano performance e consumi.

I nostri sistemi poliuretanici avanzati si trovano anche in numerose applicazioni di bordo, inclusi parafanghi e paraurti leggeri ma resistenti.

Le materie prime di rivestimento sviluppate da Covestro consentono di ricoprire i componenti in plastica e le carrozzerie delle auto in un solo passaggio. Alcuni prodotti Covestro a base di poliuretano polimerizzano efficacemente a soli 60° anziché a 200°. Così si riduce l'apporto energetico di circa il 15% e si abbrevia il processo di indurimento del 30%.

Vetri: parabrezza, finestrini, lunotto posteriore

Di recente la legislazione ha permesso ai produttori di fabbricare vetri per automobili in policarbonato trasparente anziché vetro. Una tecnica usata ampiamente nelle auto per competizione che ora è passata al mondo consumer. Di fatto si dimezza il peso delle superfici vetrate senza compromettere la resistenza della struttura.

Grazie al policarbonato, in futuro possiamo addirittura immaginare una cupola monolitica e trasparente al posto della solita struttura di finestre, pilastri e tetto. Il risultato? Una vista panoramica senza punti ciechi con maggiore sicurezza e un'esperienza di guida completamente nuova.

Componenti meccanici

La combinazione di poliuretano e fibre di carbonio crea un materiale composito resistente, ideale per la fabbricazione di componenti strutturali completi. Sono tutte soluzioni che da molti anni hanno già migliorato le prestazioni nelle auto da corsa e che ora potrebbero essere applicate in modo estensivo nell’industria automobilistica. Lo scopo è arrivare a veicoli più leggeri che riducono le emissioni nella carburazione convenzionale o aumentano le prestazioni delle auto elettriche.

Luci e fari

Le luci hanno due scopi fondamentali nelI’automotive: la riconoscibilità del brand e la funzionalità.

La forma dei corpi illuminanti conferisce a un veicolo un aspetto distintivo e inconfondibile. Il policarbonato dà ai designer un alto grado di libertà di progettazione. Alle case automobilistiche offre il vantaggio di essere economico e semplice da produrre.

Sul piano funzionale i fari in policarbonato si caratterizzano per:

  • resistenza: il policarbonato è estremamente resistente agli urti. Questa è una proprietà importante per i proiettori esposti a forti impatti di ghiaia;
  • capacità illuminante: le lenti in policarbonato focalizzano e guidano la luce dei diodi a LED e creano un campo visivo ottimale;

  • leggerezza: il materiale pesa solo la metà del vetro;

  • economicità: rifrange la luce più intensamente, il che significa che le lenti possono avere un design più sottile che consente di risparmiare materiale;

  • precisione: il processo di stampaggio a iniezione consente un livello di esattezza e un’alta resa rispetto alle lenti in vetro convenzionali.

Soluzioni per l’abitabilità degli interni: bellezza e comfort

Il tempo trascorso dentro le auto è in media di 50 minuti al giorno. Un veicolo deve essere bello, piacevole, oltre che sicuro e funzionale. Servono superfici di alta qualità, sedili comodi, dotazioni tecniche integrate, cruscotti e comandi ergonomici. Covestro offre materiali versatili per interni unici.

Imbottiture

I sedili per auto in poliuretano espanso flessibile di Covestro offrono notevoli vantaggi ergonomici rispetto ai sedili in altri materiali. È possibile differenziare le zone e rendere la parte esterna di un sedile più rigida rispetto al centro. Una tecnica che dà stabilità e protezione insieme a un comfort eccezionale. Progettiamo schiume poliuretaniche sempre più leggere che riducono drasticamente i consumi di carburante.

Superfici interne

I produttori automobilistici si avvalgono da tempo delle tecnologie Covestro per realizzare rivestimenti interni. Superfici eleganti, piacevoli al tatto e insieme resistenti a sollecitazioni esterne. Sono i rivestimenti in poliuretano soft-feel che conferiscono ai componenti un aspetto e una sensazione di grande qualità. Nonostante lo spessore di pochi millimetri resistono molto bene anche alle sollecitazioni meccaniche.

I display diventano eleganti e puliti con un film in policarbonato ultrasottile. Può essere opaco, lucido e con un effetto “pannello nero" che rende il quadro strumenti visibile solo quando è necessario.

La tecnologia di rivestimento diretto (skinning) è più efficiente rispetto alle soluzioni convenzionali. I componenti interni possono essere stampati e rivestiti in un unico passaggio: notevole il risparmio di tempo e materiale.

La riduzione del peso è essenziale nelle auto elettriche

Il futuro della mobilità è elettrico ma i produttori di veicoli a batteria devono ancora affrontare sfide e criticità. Covestro ricerca materiali per l’automotive sempre più leggeri, essenziali perché questa tecnologia sostenibile possa diventare efficiente e diffusa. La priorità è compensare il peso elevato delle batterie con polimeri sempre più leggeri.

I materiali ad alta tecnologia contribuiscono in vari modi:

  • schiume poliuretaniche sia rigide che flessibili per diversi campi di applicazione
  • componenti strutturali compositi in poliuretano/carbonio
  • policarbonato in sostituzione del vetro.

Tutte queste tecnologie riducono il peso e quindi aumentano l'efficienza rispetto ai materiali convenzionali.

Il policarbonato aumenta la sicurezza e dà protezione e isolamento

Il policarbonato presenta molti vantaggi quando si tratta di proteggere la batteria. Gli alloggiamenti realizzati in questa plastica sono uno scudo eccezionale sia contro le basse temperature che contro il fuoco.

Inoltre il policarbonato è un isolante migliore del vetro e questa proprietà è perfetta per le esigenze della mobilità elettrica. Infatti nelle auto elettriche il riscaldamento degli interni non può sfruttare il calore del motore ma viene generato dalla batteria. Quindi un veicolo meglio coibentato riduce la richiesta di energia per essere riscaldato: la batteria dura di più e aumenta l'autonomia del veicolo.

Per le sue proprietà di economicità e resistenza e le sue qualità termiche, il policarbonato trova una perfetta applicazione anche per le stazioni di ricarica della mobilità elettrica.