Elettronica

Materie prime polimeriche in elettronica: alta tecnologia e sostenibilità per un settore in continua evoluzione

I dati economici dell’industria di prodotti elettronici sono in costante crescita. I grafici di Confindustria degli ultimi anni indicano un trend che si attesta intorno al 7% (fonte: ANIE - Federazione Nazionale Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche).

A contribuire ai numeri positivi sono gli alti ricavi dei dispositivi più sofisticati e tecnologicamente avanzati. Il consumatore è disposto a spendere cifre maggiori a patto di ottenere apparecchi di ultima generazione dalle prestazioni elevate.

Le materie prime polimeriche prodotte da Covestro sono assolutamente competitive. Marcano la differenza per quanto riguarda l’innovazione e la risposta alle richieste dell’industria elettronica sia nel campo consumer che in quello professionale.

Il policarbonato, il poliuretano e le pellicole di ultima generazione che danno forma ai device elettronici

Connessi, leggeri, attivi 24 ore al giorno e multifunzione, i dispositivi elettronici fanno parte della quotidianità. Non si tratta solo di smartphone, ma in senso più ampio di smart device che stanno modificando radicalmente ogni aspetto della vita. Gli standard e le richieste dei progettisti e degli utenti diventano sempre più precise e inderogabili. Le esigenze sono altissime sia per le componenti interne (cavi, circuiti e conduttori) che per le parti esterne (shell, schermi o accessori).

Covestro ricerca e produce materie prime che rispondono con efficacia alle esigenze dei device elettrici ed elettronici più evoluti.

Materiali termoplastici, schiume, pellicole, elastomeri, TPU, materiali compositi studiati e dedicati per svariate applicazioni elettroniche, elettriche ed elettrodomestiche: i polimeri Covestro trovano utilizzo in involucri e custodie dei dispositivi, schermi o pannelli luminosi, luci a LED e obiettivi fotografici, alloggiamenti e isolamento delle batterie.

Leggerezza

La portabilità e la miniaturizzazione dei componenti è inversamente proporzionale al moltiplicarsi delle funzioni. Tanti compiti riuniti in device leggeri dalle dimensioni ridotte.

Design

Personalizzazione ed ergonomia sono ormai indispensabili. Progetti sempre più pensati per essere usati con facilità e per essere piacevoli da toccare e da portare con sé.

Sicurezza

Resistenza alle temperature, alle sollecitazioni meccaniche e agli usi ripetuti. Componenti adatti all’uso quotidiano e in ogni condizione. Dai device professionali a quelli consumer.

Il poliuretano termoplastico negli shell dei device elettronici: una scelta vincente

Covestro ha sviluppato una nuova classe di poliuretani termoplastici (TPU) formulata espressamente per la realizzazione di custodie di telefoni cellulari e di altri device elettronici come tablet e notebook.

L’obiettivo era coniugare leggerezza, resistenza agli urti e spessore sottile. I laboratori di ricerca hanno lavorato sul miglioramento di prestazioni meccaniche come durezza, rigidità, elasticità e flessibilità. Il risultato è un materiale con un’efficacia superiore per quanto riguarda la resistenza agli impatti, la piacevolezza della finitura, le infinite possibilità di colorazione.

Particolarmente importante è la capacità di assorbire energia cinetica. I poliuretani Covestro hanno un punteggio di resilienza all'urto inferiore al 20%, che è estremamente basso rispetto al 45% circa dei TPU di pari durezza.

Il poliuretano Covestro è:

  • forte il materiale offre elevata resistenza meccanica e flessibilità
  • adatto al segnale – ha una bassa tendenza a influire sulla connettività del telefono
  • versatile – offre ai designer infinite possibilità sia di forma che di colore
  • ultra resistente la durata del materiale ha parametri superiori per quanto riguarda resistenza alla deformazione termica, all'abrasione, ai raggi UV e agli agenti chimici. 

Cover in poliuretano Covestro: design e funzionalità per smartphone dalla vita intensa

Gli smartphone sono continuamente maneggiati, indossati, appoggiati. Divenuti praticamente estensioni del corpo, sono l’apparecchio elettronico che deve sopportare notevoli stress meccanici.

Le cover dei cellulari devono svolgere la duplice funzione di proteggere l’apparecchio dall’uso continuativo che se ne fa ed essere piacevoli e decorative. Quindi le materie prime per realizzare le cover oltre ad assicurare una funzione protettiva devono avere qualità fisiche e duttilità plastiche tali da realizzare molteplici design e personalizzazioni.

I poliuretani termoplastici di Covestro sono stati espressamente concepiti per avere le migliori prestazioni nella realizzazione di cover protettive per gli smartphone con particolare attenzione alla resistenza allo sfregamento, alla stabilità dei colori, all’assorbimento degli urti.

Una cover prodotta con i TPU Covestro è:

  • anti-macchia: non assorbe le tinte del tessuto e mantiene inalterato il suo colore
  • trasparente: non influisce sull’efficienza della connettività del telefono.
  • versatile: permette lavorazioni semplici e precise in modellatura e stampaggio
  • durevole: è resistente all'abrasione, ai raggi UV e agli agenti chimici
  • ultra forte: è flessibile, si adatta perfettamente al device, sopporta forti sollecitazioni meccaniche.

Policarbonati e pellicole per schermi e pannelli luminosi

Device elettronici sempre più leggeri richiedono schermi con spessore sottile,  visione perfetta e consumo energetico ridotto.

Covestro è stato pioniere nella realizzazione di materiali per schermi e display che soddisfano i severi requisiti ottici e meccanici dell'industria elettronica. La speciale lega policarbonato/ABS concepita per le scocche degli schermi consente di creare alloggiamenti con spessori minimi, fino a 1,5 mm. La presenza di un componente ignifugo autoestinguente lo rende particolarmente sicuro e resistente alla deformazione termica.

Covestro, da sempre impegnata per la sostenibilità ambientale e la sicurezza delle sue materie prime polimeriche, in questi policarbonati ha eliminato  l’uso di alogeni come estinguenti e ne ha previsto la possibilità di recupero e riciclo.

Pellicole adatte a schermi ottici per la realtà aumentata

I visori per AR (Augmented Reality) richiedono materiali per schermi leggeri che soddisfano i severi requisiti ottici e meccanici richiesti dal settore.

Covestro ha brevettato uno specifico film termoplastico trasparente rivestito con una formulazione fotopolimerica. Le sue caratteristiche lo rendono altamente personalizzabile in relazione al substrato su cui viene applicato sia in termini di spessore che di prestazioni olografiche. Il film polimerico consente la produzione di schermi leggeri, sottili, piatti.

I tecnici Covestro sono in grado di collaborare appieno con i laboratori dei clienti e apportare modifiche per realizzare progetti che rispondono a specifiche esigenze di visualizzazione.

La pellicola fotopolimerica Covestro è:

  • personalizzabile: film olografici che possono essere adattati a specifiche esigenze di visualizzazione
  • leggera: riduce il peso finale dei prodotti, così da consentire agli utenti di gestirli comodamente
  • completamente trasparente: possiede una nitidezza simile al vetro
  • facile da usare: è compatibile con i processi di produzione di lenti standard come lo stampaggio a iniezione.

Policarbonati e elastomeri per LED ad alta efficienza

Covestro ha da tempo scommesso sull’illuminazione a LED perché è efficiente dal punto di vista energetico, efficace e sostenibile. I laboratori sono arrivati a creare una completa gamma di materie prime dalle caratteristiche fisiche eccellenti.

Con i policarbonati Covestro si realizzano LED e corpi illuminati che possiedono notevole efficienza di lumen per watt grazie a:

  • una trasparenza superiore al 90%, che è simile al vetro
  • la capacità di essere lavorata in spessori estremamente sottili.

 

In termini di sicurezza si segnala una elevata resistenza alla fiamma, la resistenza alle basse temperature e ai forti impatti.

La qualità e la duttilità del policarbonato ha cambiato il modo di usare la luce e dato grandi possibilità ai designer. A questo Covestro ha aggiunto in catalogo un elastomero per dare ulteriore libertà di progettazione nell’incapsulamento di LED, lenti, diffusori, riflettori, dissipatori di calore, apparecchi di illuminazione o componenti di illuminazione.

L’attenzione ai processi industriali e al rapporto costi/produzione trova risposta in materie prime:

  • dimensionalmente stabili: offrono un'elevata precisione di riproduzione.
  • facili da usare: i materiali sono adatti sia allo stampaggio a iniezione che all'estrusione.

 

Alloggiamenti batterie nei dispositivi elettronici con i policarbonati

Batterie, adattatori e caricabatterie alimentano un'ampia gamma di dispositivi elettronici, utensili elettrici ed elettrodomestici.

Gli alloggiamenti, poiché entrano in contatto diretto con parti in tensione, devono soddisfare anche severi requisiti di prova IEC per i rischi di incendio. I policarbonati e le miscele di policarbonato e resine Covestro offrono prestazioni testate. Infatti le nostre materie prime per batterie e caricabatterie sono conformi alla norma UL 94 V-0 a 1,0 mm e hanno una classificazione RTI superiore a 100° C.

Oltre ai marchi di qualità ecologica, i materiali termoplastici sono a bassa viscosità e supportano lo stampaggio economico a iniezione pur conservando una qualità superiore. Inoltre è possibile l'uso di stampa laser o tampografica.